L’OANI al SANA 2017: conferenza internazionale su buone pratiche di Biologico 3.0 nel Mediterraneo

Durante la 29esima edizione del SANA, il Salone internazionale del biologico e del naturale, l’Organic Action Network Italia e IFOAM AgriBioMediterraneo hanno organizzato un evento congiunto dal titolo “Biologico 3.0: stato dell’arte e casi studio di buone pratiche nel Mediterraneo”.

La conferenza si è tenuta lunedì 11 settembre e ha affrontato importanti tematiche quali giustizia, equità nei prezzi, contabilità dei costi effettivi, migranti e inclusione sociale, comunità biologiche, ricerca e innovazione.

I lavori sono stati aperti da Charikleia Minotou, Presidente IFOAM AgriBioMediterraneo e Eduardo Cuoco, Direttore IFOAM EU, i quali hanno introdotto la tematica del biologico 3.0, indicandola come il punto di incontro tra il biologico come lo conosciamo e una visione olistica e strategica per affrontare le sfide del futuro, compreso il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

É poi intervenuto Matteo Bartolini, Coordinatore dell’Organic Action Network Italia, il quale ha parlato di come i giovani imprenditori agricoli siano molto più propensi a lavorare in biologico, sia perché capiscono quale impatto quest’attività possa avere sull’ambiente, sia perché non sono disposti a rischiare la propria salute e quella dei loro cari. Per fare in modo che questo trend positivo per il settore e per il pianeta continui, è fondamentale stringere alleanze tra attori del settore e con i consumatori.

Fabio Brescacin, Presidente di EcorNaturasì, ha invece affrontato il tema del giusto prezzo dei prodotti e ha spiegato in che modo la sua azienda cerca di offrire condizioni migliori ai suoi produttori.

Francesco Luca Basile, Fairtrade Italia, ha introdotto la nuova rete Humus per la creazione di comunità biologiche partecipate, mentre Alfio Furnari di AIAB Sicilia ha indicato esempi concreti già in atto parlando del BioDistretto della Valle del Simeto. Anche Fabrizio Odorici, Presidio Paesistico Partecipativo del contratto di Fiume del Medio Panaro, si è ricollegato a questa tematica e ha spiegato come anche in Emilia Romagna si stia andando verso la costituzione del Biodistretto Valle del Panaro, percorso partito da un già esistente contratto di fiume.

Parlando di tematiche sociali, Alfio Furnari ha presentato un altro progetto virtuoso, Sicilia Integra, portato avanti dall’Università di Catania al fine di favorire l’integrazione dei migranti grazie ad un’offerta formativa e al loro impiego nell’ambito dell’agricoltura biologica, insieme ai giovani disoccupati del territorio.

Si è poi passati a tematiche maggiormente legate all’imprenditorialità e all’innovazione in ambito produttivo biologico. É stata portato il caso di Bonapasta, un’azienda spagnola in cui si è arrivati a ricostruire una filiera biologica 100% locale per la produzione di pasta grazie alla collaborazione tra agricoltori, molitori, trasformatori e distributori.

Francesca Alberti, ricercatrice e socia Greentech, ha invece dimostrato come, grazie alla ricerca, sia possibile ricavare prodotti sostenibili dall’alto valore aggiunto, nel suo caso alga spirulina, partendo da materiale di scarto come le acque di vegetazione dei frantoi.

L’evento si è poi concluso con un intervento di Simona Caselli, Assessore regionale all’Agricoltura per la Regione Emilia Romagna, che ha sottolineato come, al fine di sconfiggere i cambiamenti climatici e diventare resilienti sia di fondamentale importanza riconoscere e premiare le buone pratiche in ambito agricolo così come dar vita a politiche lungimiranti di medio/lungo periodo necessarie per affrontare le sfide del futuro.

10_SANA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...