Ancora cinque anni di glifosato. La commissione rinnova la licenza

Il rinnovo dell’autorizzazione del glifosato a livello dell’Unione Europea è pendente dal 2012. Gli Stati Membri hanno fallito ripetutamente il raggiungimento di un accordo sulla sostanza attiva usata in molti erbicidi – e nel più famoso Roundup di Monsanto – alla quale sono stati resi tolleranti molti OGM.

Dopo mesi di indecisioni e votazioni inconcludenti, il 27 novembre, gli Stati Membri si sono espressi a favore della ri-autorizzazione del glifosato per 5 anni e il 12 dicembre la decisione è stata ufficializzata.

Il glifosato è l’erbicida più usato a livello mondiale e suoi residui vengono regolarmente rinvenuti negli alimenti o nel corpo umano. Questo è stato dimostrato ancora una volta da una campagna di FederBio chiamata “I pesticidi dentro di noi”, durante la quale si sono testati campioni di urine di una normale famiglia di quattro persone prima e dopo 15 giorni di dieta 100% biologica. I risultati di questo esperimento dimostrativo possono essere visionati su www.cambialaterra.it/ipesticididentrodinoi.

Nel 2015 lo IARC ha classificato il glifosato come “probabilmente cancerogeno”. Nell’ottobre 2015 l’EFSA ha pubblicato le sue conclusioni affermando che “è improbabile che il glifosato presenti rischi cancerogeni per l’uomo”. L’agenzia è stata però poi accusata di aver largamente copiato il suo report da un documento prodotto da un consorzio di 20 imprese guidate da Monsanto.

Nel mentre anche l’opposizione dei cittadini è cresciuta: l’iniziativa dei cittadini europea “StopGlyphosate” ha raccolto più di 1.3 milioni di firme. Ma non è stato abbastanza per impedire il rinnovo della sostanza.

Bruxelles per cercare di rispondere all’iniziativa dei cittadini europei, ha approvato una comunicazione annunciando una proposta legislativa per migliorare l’accesso pubblico ai dati degli studi scientifici presentati dall’industria. Ma la coalizione italiana #StopGlifosato sostiene che non sia sufficiente perché nonostante i diversi pareri che lasciano aperte grandi incertezze sulla salute dei cittadini e dell’ambiente, la Commissione UE ha continuato senza nessun rispetto del principio di precauzione e senza preoccuparsi di ulteriori approfondimenti.
La coalizione #Stopglifosato chiede quindi che l’Italia sia coerente con il voto contrario al glifosato espresso a Bruxelles anticipando la sua eliminazione totale dalla nostra agricoltura.

Logo-StopGlifosato_Jpeg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...