Markus Arbenz, Direttore Esecutivo di IFOAM – Organics International, parla a nome del movimento del biologico all’assemblea dei soci Bayer

Tratto dal sito di IFOAM Organics International

Il 28 aprile 2017 centinaia di persone si sono riunite per protestare contro la fusione di Bayer e Monsanto all’assemblea dei soci Bayer che si è tenuta a Bonn in Germania. Utilizzando la delega di voto di un socio Bayer, Markus Arbenz, Direttore Esecutivo di IFOAM – Organics International, ha dato voce alle obiezioni di molti contro la fusione con la seguente lettera:

Spettabili dirigenti e soci Bayer,

Parlo a nome di IFOAM – Organics International e del movimento mondiale del biologico. Da una punto di vista economico, Bayer sta molto bene. Non è né esagerato né presuntuoso dire “Bayer è ricca e Bayer ha il potere!”. Il benessere e il potere, però, portano con se oneri e responsabilità.

Guardando all’aumento dei dividendi e anche alle enormi sfide mondiali per la società e l’ambiente, sono colpito da quanti problemi pressanti potreste risolvere con così tanto denaro. Vi esorto quindi a rinunciare al pagamento dei dividendi ai soci e ai dirigenti e ad investire nel futuro del nostro pianeta e delle generazioni a venire. Lasciate che sia più preciso e che faccia riferimento agli obiettivi che menzionate nel vostro Report di Sostenibilità.

Acquisizione di Monsanto: State pianificando di acquisire Monsanto, nonostante questa sia una delle compagnie più odiate al mondo. Siete consci della reputazione di Monsanto che, secondo i dati Nielsen, è una delle tre compagnie con la peggiore reputazione al mondo. Una reputazione che non deriva un singolo scandalo, ma da anni di prassi commerciali senza scrupoli per il conseguimento di profitti. Un’azienda che diffama i clienti, che cerca di legittimizzare le sue pratiche ingiuste intentando causa ai contadini. Ci sono numerosi report, documentari e anche tribunali civili, che hanno riportato gli effetti devastanti che le azioni di Monsanto hanno avuto sulle persone e sul pianeta. Di anno in anno, in tutto il mondo vediamo sempre più persone scendere in piazza a dar voce alle proprie proteste. Ciò rende Monsanto piuttosto unica, dato che sono molto poche, se non inesistenti, le altre aziende che possono dire di aver mobilizzato così tanta gente contro di sé. Il modo in cui Monsanto conduce i propri affari è in completa contraddizione con le politiche di sostenibilità di Bayer. Siete davvero sicuri di voler investire in quest’azienda? Siete pronti a passare da “Milioni contro Monsanto” a “Miliardi contro Bayer”? È un’illusione credere che Bayer possa riformare o risolvere il “problema Monsanto”. Al suo posto, ci sarebbe ancora meno concorrenza unita a una struttura pressoché monopolistica.

Strategia di sostenibilità e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile: sul vostro sito fate della sostenibilità un elemento cruciale della vostra strategia per la sicurezza alimentare e l’assistenza sanitaria. Indicate anche di essere impegnati in termini di Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. La società e l’ambiente appaiono di grande rilievo, così come la salvaguardia del clima, la biodiversità, la protezione del suolo, delle acque e degli insetti impollinatori come ad esempio le api. Mi congratulo per aver riconosciuto chiaramente i problemi che ci troviamo ad affrontare. Purtroppo però, non vedo una politica aziendale che ponga questi obiettivi, e non solo la dimensione economica della sostenibilità, al centro delle decisioni e delle attività.
Bayer è troppo grande, troppo importante, e ha un impatto troppo forte sulla nostra società e sul nostro ambiente per pensare unicamente al proprio successo economico. I modelli sul sito web sono buoni e non necessitano per forza di cambiamenti. Il cambiamento è invece necessario nella vostra attitutine e nel modo cui portate avanti la vostra attività economica giornaliera.

Lasciate che vi faccia un esempio:
Bayer promuove l’utilizzo di piante – che siano geneticamente modificate o meno – che limitano la diversità genetica, incentivano le monocolture su larga scala e richiedono un uso massiccio di input di sintesi. Le vostre attività di lobbying stanno facendo in modo che vengano approvate leggi che obbligano i contadini ad abbandonare la diversità, contaminare le acque, distruggere habitat. È scientificamente provato che la biodiversità sta diminuendo drasticamente e molte forme di vista stanno scomparendo per sempre, e la responsabilità di questo è anche di Bayer. Il vostro modello di business necessita di nuovi obiettivi e strategie. Mettere foto di api sul vostro sito web non le riporterà in vita. Servono manager che siano orgogliosi di essere responsabili per l’aumento del numero delle api, non che facciano solo più soldi.

La visione dell’agricoltura biologica: Bayer ha bisogno di una visione per un pianeta realmente sostenibile, anche per le persone più povere del mondo. Questo mondo produce cibo a sufficienza per 10 miliardi di persone, e nonostante ciò 800 milioni di esse fanno la fame perché non hanno redditi sufficienti e sono esclusi dai processi di produzione, specialmente in agricoltura. Ancora una volta, Bayer è responsabile. Non si tratta di passare immediatamente ad una produzione biologica, ma Bayer deve sviluppare una visione migliore, guardare a modelli ecologici nuovi e durevoli, e investire le proprie forze nell’impegno a rendere il nostro mondo realmente sostenibile. Questo richiede volontà politica e una strategia intelligente. Vi consiglio di invitare gli attori del movimento biologico per affrontare insieme un dialogo onesto e aperto, invece di combatterci con pressioni politiche e aggrapparvi a pratiche aziendali obsolete. Seguite l’esempio delle Nazioni Unite che riconosce il Diritto al Cibo, o la FAO, che ha preso atto del ruolo dell’agroecologia per il raggiungimento della sicurezza alimentare.

In chiusura, Bayer/Monsanto stanno lavorando per la creazione di un monopolio. La diversità biologica sta scomparendo, il clima sta cambiando, e ancora 800 milioni di persone vanno a letto affamati. Le Nazioni Unite chiedono un cambio di paradigma in agricoltura. Bayer ha il potere di inizare questo cambiamento. Dobbiamo pensare ad un pianeta sostenibile per i nostri figli, non solo alla massimizzazione dei dividendi e agli stipendi dei dirigenti.

20170428_173244

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...