Il Forum del Biologico di EXPO riapre i battenti come Organic Action Network Italia

L’Organic Action Network nasce a maggio 2015 con l’obiettivo di portare il biologico e le sue tematiche all’interno della cornice di EXPO Milano 2015. Promosso dalle principali organizzazioni italiane del settore biologico (AIAB, ANABIO-CIA, Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Città del Bio, Federazione di prodotto biologico e biodinamico di Confagricoltura e FederBio) e supportato da BolognaFiere e ITA – Italian Trade Agency, durante i sei mesi di EXPO l’Action Network “Organic Can Feed The Planet” è stato in grado di rappresentare, in maniera unita, il mondo del biologico e di mettere in chiaro che un futuro che lo veda protagonista è non solo auspicabile, ma anche possibile!
Il forum ha avuto il patrocinio di IFOAM – Organics International, IFOAM EU, IFOAM AgriBioMediterraneo, GRAB-It e di ISOFAR e il supporto di Navdanya International, la cui Presidente Vandana Shiva ha partecipato all’evento di avvio del forum il 16 maggio 2015 in EXPO.

L’eredità del lavoro dell’Organic Action Network a EXPO è stata la carta del biologico “Il biologico nutrirà il pianeta – Verso un consumo e una produzione sostenibile”, un documento redatto dalla commissione scientifica del gruppo di lavoro e che sottolinea i benefici di un’adozione più ampia di questo metodo di produzione.
La carta del biologico, sostenuta da varie personalità di rilievo quali l’ex Relatore Speciale delle Nazioni Unite per il Diritto al Cibo Olivier de Schutter, il vincitore del World Food Prize Hans R. Herren e la scienziata e attivista Vandana Shiva, è stata consegnata al Vice-Ministro per le Politiche Agricole Andrea Olivero il 29 settembre 2015, durante quella che è stata l’”edizione zero” della Festa del Bio, una giornata di celebrazione che ha coinvolto l’intero settore.

Oggi, a distanza di poco più di un anno dalla fine di EXPO, grazie al lavoro congiunto di FederBio e ICE, il progetto riapre i battenti con il nome di “Organic Action Network Italia” (di seguito OANI) e si candida a diventare il punto di riferimento per il biologico italiano: un gruppo di coordinamento tra le realtà italiane e quelle internazionali, in particolare europee, al fine, da una parte, di far conoscere ulteriormente l’eccellenza e la serietà della produzione nazionale oltre confine, e dall’altra di contribuire e avere voce in capitolo nelle decisioni politiche che vengono prese a Bruxelles.

La cabina di regia dell’OANI è, ad ora, composta da rappresentanti delle seguenti organizzazioni (in ordine alfabetico): ANABIO – CIA, Assobio, Associazione Biodinamica, Bioland Südtirol, BolognaFiere, Federbio, FieraMilano, Grab-IT, IFOAM AgriBioMediterraneo, IFOAM EU Council, IFOAM Organics International, ISOFAR, Tavolo associazioni Bio e Ambientaliste.

I lavori sono gestiti dal coordinatore Matteo Bartolini (Vice Presidente di FederBio, ex presidente del Consiglio Europeo Giovani Agricoltori e del gruppo consultivo istituito dalla Commissione Europea sulla Riforma della Politica Agricola Comunitaria) e da Ilaria Barbonetti per la segreteria organizzativa.

Le attività dell’OANI possono essere seguite iscrivendosi alla newsletter, consultando il sito internet www.organicactionnetwork.bio o visitando le pagine social (Facebook; Twitter) e il canale youtube del progetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...